A proposito di Giorgio

Ho già scritto a proposito di Giorgio. C'è un articolo, indietro nel blog, intitolato Rapsodia in nero. Racconta di come ci incontrammo per caso a Ushuaia, nella Terra del Fuoco Argentina, e di come lui partì per il più impegnativo (finora) dei suoi tanti viaggi in solitaria in vespa. Attraversò i cinque continenti in un itinerario che equivale a fare più volte il giro del mondo. In quell'articolo avevo messo i miei consigli, che ora rinnovo, di lettura dei suoi libri, scritti con grinta e passione, coinvolgenti come un romanzo e soprattutto molto sinceri, informati e disincantati.
Rapsody in black, l'ultimo in ordine di tempo, che racconta l'avventura africana della sua World Odissey.
Brum Brum, tanto per seguire un ordine inverso, che racconta la prima parte della World Odissey attraverso il continente americano, la Siberia e l'Europa.
In Vespa, il primo libro, in cui Giorgio racconta com'è nata l'idea che poi è diventata passione e mestiere, e racconta il primo viaggio, da Roma a Saigon.
Dopo aver letto i suoi racconti ho continuato a seguirlo (si fa per dire) su internet e l'ho contattato tramite il suo blog sul sito della Feltrinelli, che vi consiglio di visitare.
Giorgio Adesso è in Cina. Ed è di nuovo in vespa. Ecco il messaggio che gli ho lasciato sul blog e la sua risposta:
Il commento di Bruno 6 luglio 2006: ciao Giorgio, ci siamo visti a Ushuaia il giorno della tua partenza per la World Odissey e ora potremmo incontrarci in Cina, chissa? Io parto per Urumqui il 28 luglio, poi seguirò vagamente l'itinerario della Grande Muraglia. Ti seguirò sul tuo blog. Se vuoi, e chi vuole, può fare lo stesso sul mio che si chiama Strade di Polvere. Buon viaggio e… buona vita a te. Bruno.
Il commento di Giorgio per Bruno 7 luglio 2006: Buona vita anche a te, Bruno, e chissà mai che lungo il percorso della Grande Muraglia, o in Tibet o a Urumqi (Ulumuchi come dicono qui) tu non veda una faccia cotta dal sole passare a bordo di una Vespa verde slavato, e ci si possa incontrare. Ti seguirò sul blog; e safe trip for you, and for me!
L'anno scorso concludevo l'articolo su Giorgio con la speranza di sentire, un giorno, in qualche landa desolata, un ronzio lontano e di trovarmi ancora davanti a una birra a riascoltare dal vivo le Strade di Polvere di Giorgio Bettinelli.

Arrivederci in Cina!
A proposito di Giorgioultima modifica: 2006-07-10T13:42:54+00:00da brunobur
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento